Software libero

Un programma informatico è definito Software Libero se è rilasciato con una licenza che permette a chiunque di utilizzarlo, studiarlo, modificarlo e redistribuirlo. La licenza «storica» e più importante è sicuramente la GPL - General Public License.

La parola libero implica la possibilità di utilizzare il software secondo alcune regole e impedisce di renderlo proprietario, chiuso.

Rispetto al software non-Libero, la licenza GPL permette di:

  • eseguire il programma per qualsiasi scopo;
  • accedere alla struttura interna del programma (codice sorgente), studiarla ed eventualmente modificarla;
  • ridistribuirlo in un numero di copie illimitato;
  • modificarlo e ridistribuirlo con tutti i miglioramenti e le personalizzazioni.

Il Software Libero porta con se un gran numero di vantaggi: il risparmio dei costi di licenza e la possibilità di farne innumerevoli copie e installazioni in modo legale. Soprattutto per le aziende, le pubbliche amministrazioni e le scuole questi aspetti del Software Libero sono strategici.

I clienti di LiberSoft non dovranno mai pagare licenze d'uso, né legate al numero di copie del programma, né legate al numero di utenti che lo utilizza. LiberSoft non guadagna pretendendo il pagamento di costose licenze d'uso, ma fornendo installazione, assistenza e formazione. Si pagano il lavoro e l'assistenza, non le licenze.

Annullamento dei costi di licenza

È facile fare un calcolo del risparmio immediato che si può ottenere installando programmi di Software Libero: la somma del prezzo di tutte le copie di tutti i programmi tradizionali (anche di tipo office) che usate in azienda. E non è poco!